Funghi adattogeni e medicinali

Il Reishi, conosciuto anche come Ganoderma lucidum, è un fungo utilizzato da secoli nella medicina tradizionale cinese e giapponese per ...
Negli ultimi anni, il chaga ha conquistato il mondo del benessere e della salute grazie alle sue numerose proprietà benefiche ...
Nella natura, si nascondono tesori spesso insospettabili. Tra questi, il fungo cordyceps si distingue per le sue notevoli capacità e ...
La criniera di leone, conosciuta anche come testa di scimmia, è un particolare fungo commestibile dalle straordinarie proprietà che riguardano ...
La coda di tacchino, nota anche come Trametes versicolor, è un fungo molto diffuso in Italia e nel resto del ...
Il Maitake, noto anche come "fungo danzante", è un fungo medicinale utilizzato da secoli nella medicina tradizionale cinese e giapponese ...
Nell'ambito della medicina tradizionale cinese, il fungo shiitake è conosciuto da secoli per le sue proprietà benefiche e per la ...
Il tremella è un fungo gelatinoso che cresce principalmente nelle regioni tropicali e subtropicali, spesso associato al legno in decomposizione ...

Funghi adattogeni: conosciamoli meglio

Tra i numerosi prodotti naturali utilizzati nel mondo della fitoterapia e dell’integratori alimentari, vi è un gruppo di funghi che suscita grande interesse per le loro proprietà benefiche: i funghi adattogeni. Questi speciali organismi sono oggetto di studio in vari ambiti scientifici, tra cui la medicina tradizionale cinese e la medicina moderna.

Cosa sono i funghi adattogeni?

I funghi adattogeni rappresentano una categoria di funghi con proprietà particolari. La loro caratteristica principale è quella di avere un effetto modulatore sul nostro organismo, in grado di aumentare o diminuire l’attività di determinati sistemi e processi corporei in base alle necessità del momento. In altre parole, agiscono come “”regolatori””, permettendo all’organismo di adattarsi a situazioni di stress e migliorando la nostra capacità di risposta agli stimoli esterni.

I principali esponenti dei funghi adattogeni

Ganoderma lucidum: noto anche come Reishi o Lingzhi, è uno dei più famosi e antichi funghi adattogeni utilizzati nella medicina tradizionale orientale. Ricco di polisaccaridi, triterpeni e altri composti biologicamente attivi, Ganoderma lucidum viene impiegato per migliorare la vitalità, sostenere il sistema immunitario, e regolare gli squilibri dell’organismo.

Cordyceps sinensis:

Questo raro fungo parassitario è conosciuto come uno dei più potenti adattogeni in natura, i Cordyceps sono apprezzati per le loro proprietà energetiche e tonificanti, utile anche a regolare il metabolismo dei lipidi e promuovere la resistenza fisica.

Ashwagandha:

Nonostante non si tratterebbe propriamente di un fungo, l’Ashwagandha (Withania somnifera) è una pianta che possiede notevoli qualità adattogene. Viene utilizzata come rimedio naturale contro lo stress, l’affaticamento e l’insonnia, oltre ai migliorare la funzionalità delle ghiandole surrenali e il sistema immunitario.

I benefici dei funghi adattogeni

L’uso di prodotti a base di funghi adattogeni consente di sfruttare i molti benefici che questi ingredienti offrono, tra cui:

  • Miglioramento della risposta allo stress: Gli adattogeni aiutano l’organismo a gestire e rispondere meglio alle situazioni stressanti, consentendo di mantenere stabilità e benessere psicofisico anche in condizioni difficili.
  • Sostenimento del sistema immunitario: Le sostanze attive contenute nei funghi adattogeni sono in grado di stimolare la produzione e l’attività delle cellule del sistema immunitario, offrendo un supporto naturale nella prevenzione di malattie ed infezioni.
  • Riduzione dell’affaticamento e incremento dell’energia: Gli adattogeni possiedono una spiccata azione stimolante sul metabolismo energetico, contribuendo a ridurre la sensazione di stanchezza e ad aumentare la resistenza fisica ai carichi lavorativi.

Oltre i benefici: controindicazioni e precauzioni nell’utilizzo dei funghi adattogeni

Nonostante i vantaggi che i funghi adattogeni possono offrire, è sempre bene prendere alcune precauzioni. Prima di utilizzare prodotti a base di queste sostanze, è consigliabile chiedere il parere del proprio medico curante, soprattutto nel caso di gravidanza, allattamento o ingestione contemporanea di farmaci specifici per patologie croniche. Inoltre, bisogna prestare attenzione alle eventuali allergie verso uno o più componenti dell’integratore scelto.

Prodotti a base di funghi adattogeni

Sul mercato ci sono svariati prodotti che contengono funghi adattogeni tra gli ingredienti principali. Di seguito se ne elencano alcuni,

  1. Estratti secchi o liquidi di Ganoderma lucidum, Cordyceps sinensis o altri funghi da assumere sotto forma di gocce, capsule o compresse;
  2. Tisane o decotti a base di funghi adattogeni, da bere quotidianamente;
  3. Integratori alimentari in polvere, arricchiti con estratti di funghi adattogeni e altri principi attivi naturali.

In ogni caso è sempre bene valutare attentamente la qualità del prodotto scelto, preferendo aziende e marche affidabili che garantiscano degli standard elevati nella produzione e nel controllo dei loro integratori.