I funghi criniera di leone possono alleviare l’emicrania?

Le proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche del criniera di leone lo rendono il fungo ideale per chi soffre di frequenti emicranie e altri tipi di mal di testa. Ecco i vantaggi dell’assunzione di funghi criniera di leone per l’emicrania:

Quali sono i benefici dei funghi criniera di leone?

Quali sono gli effetti negativi della criniera del leone?

La criniera del leone può alleviare l’emicrania?

La criniera del leone aiuta ad annebbiare il cervello?

Come prendere i funghi criniera di leone per l’emicrania?

Qual è il miglior dosaggio di criniera di leone per l’emicrania?

Quanta criniera di leone c’è nella granola Forij?

Cos’è la criniera del leone?

Il fungo della criniera del leone (Hericium erinaceus) è un fungo adattogeno originario del Nord America, dell’Asia settentrionale e dell’Europa settentrionale. Questo fungo è utilizzato da secoli nella medicina tradizionale cinese ed è considerato uno dei i funghi più sani che puoi mangiare.

Benefici dei funghi criniera di leone

La ricerca sui benefici del fungo della criniera del leone indica che questo fungo ha il potenziale per promuovere la crescita delle cellule nervose attraverso la produzione di proteine ​​​​del fattore di crescita nervoso (NGF) e riparare le cellule nervose. Sembra che riduca l’infiammazione, migliori la salute del cuore, abbassi i livelli di zucchero nel sangue, migliori la concentrazione e la memoria e riduca l’ansia e la depressione.

Alcune delle potenzialità benefici per la salute della criniera di leone includere:

  • riduce i sintomi lievi di depressione e ansia
  • fornisce attività antiossidanti
  • migliora le funzioni cognitive stimolando le proteine ​​del fattore di crescita nervoso
  • ha un effetto protettivo contro le cellule nervose e migliora la salute del cervello
  • abbassa la pressione sanguigna e riduce il rischio di malattie cardiache e coaguli di sangue
  • promuove la crescita delle cellule nervose e la rigenerazione dei nervi, che è benefico per le lesioni del sistema nervoso
  • riduce il rischio di disturbi del sonno
  • aiuta nella gestione del peso e nella perdita di peso
  • previene la perdita di memoria e protegge dal deterioramento cognitivo lieve e dal morbo di Alzheimer
  • abbassa gli zuccheri nel sangue, il che è molto utile per chi soffre di diabete
  • incoraggia l’apoptosi (morte cellulare) delle cellule tumorali e ha il potenziale per combattere il cancro
  • migliora la salute dell’apparato digerente e protegge dalle malattie dell’intestino irritabile e dalle ulcere gastriche
  • riduce l’infiammazione nel corpo
  • rafforza l’immunità e migliora il sistema immunitario
  • ha proprietà neuroprotettive e riduce i danni ai nervi nelle malattie neurodegenerative, come la sclerosi multipla e il morbo di Parkinson

Effetti collaterali della criniera del leone

Sebbene nessuno studio sull’uomo abbia esaminato il effetti collaterali della criniera di leone tuttavia, secoli di utilizzo e prove aneddotiche suggeriscono che questo fungo è completamente sicuro da consumare.

Tuttavia, potresti riscontrare un effetto negativo sotto forma di problemi digestivi se consumi troppa criniera di leone in una volta. Pertanto, è meglio iniziare lentamente e parlare con un operatore sanitario se noti qualche disagio digestivo.

Fungo criniera di leone per l’emicrania

Diversi studi suggeriscono che la criniera del leone può alleviare il dolore effetti protettivi della criniera del leone contro il dolore nervoso essendo particolarmente impressionante.

E, anche se non ci sono molte ricerche sugli effetti della criniera di leone sull’emicrania, uno studio recente sembra confermare che queste proprietà antidolorifiche potrebbero applicarsi anche a questo tipo di cefalea a grappolo. Ecco come la criniera del leone può essere benefica per le persone che soffrono di emicranie frequenti.

Studi sulla criniera del leone sull’emicrania

La criniera di leone è uno dei migliori integratori naturali contro l’emicrania grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e ai benefici che può avere sui vasi sanguigni.

UN studio del 2020 hanno confrontato gli effetti dei farmaci per l’emicrania con alternative naturali anti-emicrania, inclusa la criniera di leone. I risultati mostrano che questo fungo può essere altrettanto efficace dei farmaci per l’emicrania, con meno effetti collaterali.

Criniera di leone per l'emicrania

Criniera del leone e nebbia cerebrale

La nebbia cerebrale tipicamente accompagna l’emicrania. Sia le prove aneddotiche che quelle basate sulla ricerca sembrano suggerire che la criniera del leone può ridurre la confusione mentale e migliorare la lucidità mentale. È stato segnalato che gli integratori per la criniera di leone sono efficaci nel trattamento della confusione mentale causata dalla depressione, dalla malattia di Lyme e dall’emicrania dopo solo poche settimane di uso regolare.

UN Studio sugli animali del 2018 pubblicato sul Journal of Medicinal Food hanno esaminato gli effetti dell’integrazione alimentare di Hericium erinaceus sui sintomi della nebbia cerebrale. I risultati suggeriscono che il fungo medicinale ha migliorato questi sintomi promuovendo la crescita e la rigenerazione delle cellule cerebrali nel cervello di un topo adulto.

I funghi della criniera del leone causano mal di testa?

È improbabile che i funghi criniera di leone causino mal di testa. Tuttavia, alcuni consumatori hanno riferito di aver avvertito sintomi di lieve mal di testa le prime volte che hanno utilizzato dosi elevate di questo fungo. Una volta abbassato il dosaggio, il mal di testa è scomparso.

Cosa cura velocemente l’emicrania?

Se hai già un’emicrania in arrivo, allacciati le cinture e agisci rapidamente per ridurre l’intensità e la durata dell’evento.

Diversi soggetti affetti da emicrania rispondono in modo diverso ai farmaci per l’emicrania; ecco alcuni dei tipi di farmaci più comuni.

  • Triptani: funzionano per alcuni soggetti emicranici
  • Antidolorifici da banco come Advil, Tylenol
  • Oppioidi: hanno un elevato potenziale di abuso e dovrebbero essere utilizzati come ultima risorsa
  • Inibitori del CGRP (peptide): si tratta di antidolorifici mirati
  • Antiemetici: per alleviare la nausea e il vomito che l’emicrania può provocare

Sebbene i farmaci siano spesso la via più rapida per alleviare l’emicrania, esistono alcuni modi per alleviare il mal di testa senza farmaci.

Ad esempio, bere caffeina non appena si notano i sintomi di un’emicrania può ridurne la gravità. Inoltre, applicare impacchi caldi o freddi sulla testa e sul collo e spegnere le luci può aiutare a curare l’emicrania.

E, per alcune persone, la criniera del leone può aiutare. Fai parte di quelle persone per cui la criniera di leone può ridurre la frequenza, la durata e la gravità dell’emicrania? Dovrai provare questo fungo per scoprirlo.

Quali funghi fanno bene all’emicrania?

Oltre alla criniera di leone, i migliori funghi per l’emicrania sono i funghi reishi, i funghi shiitake e i funghi cordyceps. Combinare questi funghi con la criniera del leone può aiutare ad alleviare l’emicrania e ridurne la frequenza.

Quale erba si sbarazza dell’emicrania?

Anche se nessuna erba può eliminare completamente l’emicrania, alcune erbe possono aiutare ad alleviare i sintomi di questa condizione. Ad esempio, lavanda, menta piperita, partenio e farfaraccio possono essere incredibilmente utili nel ridurre la gravità dell’emicrania e di altri tipi di cefalea a grappolo.

Ti interessa prendere i funghi della criniera di leone per l’emicrania?

Se sei interessato ad assumere i funghi criniera di leone per l’emicrania, sei nel posto giusto. Nostro muesli ai funghi medicinali è pieno zeppo di estratto di criniera di leone di alta qualità e altri ingredienti biologici, senza glutine e vegani.

È disponibile in tre gusti, ognuno ugualmente delizioso, così puoi ottenere la tua dose giornaliera di criniera di leone anche se odi il sapore dei funghi. Che modo di iniziare la giornata.

Dose di criniera di leone per l’emicrania

Se sei incline all’emicrania, ti suggeriamo di iniziare con un livello basso dose di criniera di leone e farti strada. Inizia con circa 250 mg al giorno e aumenta gradualmente il dosaggio fino a circa 2000 mg, o finché non inizi a notare gli effetti benefici di questo fungo.

Quanta criniera di leone costa la granola Forij?

La granola FunghiAdattogeniutilizza estratti di funghi criniera di leone di alta qualità ottenuti da funghi interi funghi medicinali. Il nostro metodo a doppia estrazione estrae sia i beta-glucani solubili in acqua che i triterpeni solubili in alcol. Il nostro processo di decozione abbatte le pareti cellulari di chitina indigeribili del fungo per estrarre molto più di questi composti rispetto ai processi ordinari.

Una porzione della nostra granola fornisce 250 mg di estratto iperconcentrato di fungo criniera di leone, che è otto volte più concentrato dei normali integratori di criniera di leone. Pertanto, otterrai la stessa potenza che otterresti se prendessi 2000 mg di polvere di fungo criniera di leone, il tutto in una ciotola di muesli.

Domande frequenti sui funghi criniera di leone per l’emicrania

Cosa fa la criniera del leone al cervello?

La criniera del leone è una delle i migliori funghi per la salute del cervello. Secondo la ricerca, gli estratti di funghi criniera di leone possono aiutare nel mantenimento della salute dei neuroni, prevenire numerosi disturbi neurodegenerativi, ridurre i sintomi di depressione e ansia e persino ridurre i sintomi dei disturbi dell’attenzione. Questi effetti protettivi della criniera di leone fanno bene al cervello Hericium erinaceus il fungo perfetto per i bambini e adulti allo stesso modo.

Chi non dovrebbe prendere la criniera del leone?

Sebbene questo fungo sia sicuro per la maggior parte delle persone, ce ne sono alcuni controindicazioni da considerare quando si assume la criniera di leone.

I fattori di rischio associati all’assunzione di questo fungo sono le reazioni allergiche e una condizione medica che richiede l’assunzione di farmaci che potrebbero interagire con la criniera del leone (come anticoagulanti e farmaci per il diabete).

Se noti qualche sintomo di allergia ai funghi, come eruzioni cutanee e difficoltà respiratorie, interrompi immediatamente l’assunzione della criniera di leone e contatta un medico.

Posso prendere la criniera di leone tutti i giorni?

Sì, puoi prendere la criniera del leone ogni giorno. Assumere quotidianamente i funghi criniera di leone non solo è completamente sicuro ma anche estremamente vantaggioso. I benefici a lungo termine della criniera del leone, come la sua capacità di prevenire il cancro al seno e di ridurre la progressione del morbo di Alzheimer, diventano più pronunciati quanto più a lungo si utilizza questo fungo.

La criniera del leone influisce sugli ormoni?

I funghi criniera di leone hanno il potenziale di influenzare la produzione di ormoni promuovendo la crescita delle cellule nervose, in particolare nell’ipotalamo nel sistema nervoso centrale. Un noto nootropo, L’Hericium erinaceus sembra stimolare la neurogenesi.

I funghi criniera di leone contengono composti chimici attivi chiamati hericenones ed erinacines, nei loro corpi fruttiferi. Questi composti promuovono la produzione di fattori neurotrofici derivati ​​​​dal cervello. Il BDNF, a sua volta, regola la produzione di ormoni ipotalamici (ormone della crescita, vasopressina, ormoni adrenocorticotropi e altri).

Stimolando il BDNF attraverso l’attività dei composti dell’ericenone e dell’erinacina, questi funghi medicinali possono regolare la produzione di alcuni ormoni. Ciò richiede ulteriori ricerche sugli effetti dell’Hericium erinaceus sugli ormoni, soprattutto negli esseri umani.

Come ti fanno sentire i funghi criniera di leone?

La criniera del leone è nota per alleviare i sintomi della depressione, ansia e stress, quindi puoi aspettarti che il tuo umore migliori se prendi integratori di funghi criniera di leone. Probabilmente ti sentirai anche più lucido e concentrato grazie alle proprietà benefiche dei funghi criniera di leone sulla salute mentale e sulle funzioni cognitive.

La criniera del leone influisce sul sonno?

La criniera del leone non ti farà dormire, ma gli studi suggeriscono che effetto antiansia della criniera di leone potrebbe aiutarti ad addormentarti più facilmente.

UN studio in doppio cieco, controllato con placebo sugli effetti della criniera di leone sulla depressione e sull’ansia nelle donne giapponesi in menopausa mostra che questo fungo adattogeno potrebbe ridurre i sintomi di queste condizioni di salute mentale.

Pertanto, se un problema di salute mentale influisce sul tuo sonno, prendere la criniera del leone potrebbe aiutarti ad addormentarti e alleviare i sintomi dell’insonnia.

La dipendenza dalla criniera del leone è un rischio quando si consuma questo fungo?

NO, dipendenza dalla criniera del leone non c’è rischio di consumare questo fungo. L’Hericium erinaceus non contiene psilocibina e non ti fa sballare. Poiché non ha effetti psicoattivi, non c’è rischio di dipendenza quando si assume la criniera di leone.

Puoi prendere la criniera di leone con gli antidepressivi?

Sì, puoi prendere la criniera di leone con gli antidepressivi. Mentre ce ne sono alcuni Interazioni farmacologiche con la criniera del leone da tenere in considerazione, come l’interazione con gli anticoagulanti che possono rallentare la guarigione delle ferite, questo fungo non interagisce con gli antidepressivi.

Qual è il dosaggio ideale della criniera di leone per la neuropatia?

La criniera del leone sembra ridurre il dolore neuropatico. Per ottenere questo beneficio dalla criniera del leone, è meglio assumere circa 500-1000 mg di Hericium erinaceus 1-3 volte al giorno. Le dosi ideali di criniera di leone per la neuropatia differiranno da persona a persona, quindi dovresti sperimentare finché non trovi il dosaggio adatto a te.

Posso usare la criniera del leone per curare l’artrite psoriasica?

Sì, puoi usare la criniera del leone per curare l’artrite psoriasica. L’Hericium erinaceus è ottimo nel ridurre l’infiammazione nel corpoil che lo rende un’ottima aggiunta alla tua routine di cura della pelle se soffri di psoriasi o di qualsiasi malattia associata alla psoriasi, inclusa l’artrite psoriasica.

Dichiarazione di non responsabilità per Forij

Lascia un commento