Il Cordyceps può prevenire l’infiammazione?

Potere funghi cordyceps aiutare a prevenire e curare l’infiammazione?

Secondo la scienza, la risposta è un sonoro sì!

Abbiamo rintracciato le ultime ricerche sugli effetti antinfiammatori del cordyceps. Controlla.

Quali sono i vantaggi dell’assunzione di cordyceps?

Cos’è l’infiammazione?

Il cordyceps è antinfiammatorio?

Posso prendere Cordyceps ogni giorno?

Come posso prendere il cordyceps per l’infiammazione?

Cosa sono i funghi Cordyceps?

I funghi Cordyceps sono ampiamente considerati come uno dei i funghi più benefici che puoi consumare. Le specie di funghi più popolari, Cordyceps militaris e Cordyceps sinensis, sono utilizzate da secoli nella medicina tradizionale cinese.

Sebbene la scienza stia appena iniziando a esaminarne i numerosi benefici, questi funghi mostrano un potenziale incredibile quando si tratta di prevenzione delle infiammazioni, prestazioni atletiche e persino effetti antitumorali.

Quali sono le Vantaggi dell’assunzione di Cordyceps?

Il Cordyceps sembra apportare benefici praticamente a tutti gli organi del corpo umano. Agisce come a potenziatore naturale delle prestazioni atletichee la ricerca suggerisce che può anche prevenire alcune forme di cancro, abbassare i livelli di colesterolo, prevenire lo stress ossidativo e fornire benefici nella risposta immunitaria.

Ecco alcuni dei benefici più pronunciati del cordyceps:

  • attività antitumorale attraverso l’induzione dell’apoptosi delle cellule tumorali (il cordyceps è uno dei migliori funghi adattogeni per il cancro alla vescica)
  • sollievo dai sintomi della malattia renale cronica
  • attività ipolipemizzante
  • attività antiossidanti
  • effetti antietà
  • benefici che migliorano il desiderio sessuale
  • attività ipoglicemizzante (sembra abbassare i livelli di glucosio nel sangue nei topi e nelle persone diabetiche)
  • proprietà energizzanti (migliora le prestazioni fisiche e la resistenza)
  • benefici per la salute dell’apparato digerente
  • proprietà antinfiammatorie

Composti bioattivi trovati nei funghi Cordyceps

I funghi Cordyceps contengono questi composti attivi:

  • cordicepina (3′-deossiadenosina)
  • perossido di ergosterolo
  • adenosina
  • enzima fibrinolitico
  • polisaccaridi
  • nucleosidi
  • sei basi azotate: citosina, uracile, timina, adenina, guanina e ipoxantina
  • peptidi, inclusa la cordimina
  • triptofano

Sebbene gli scienziati stiano appena iniziando a esaminare molti di questi composti, alcuni di essi mostrano un potenziale incredibile. Ad esempio, la cordicepina, un composto bioattivo presente nei corpi fruttiferi del Cordyceps militaris, è noto per le sue attività antinfiammatorie, antiossidanti e antitumorali.

Cos’è l’infiammazione?

L’infiammazione è la risposta del sistema immunitario a una minaccia o pericolo percepito. Sfortunatamente, può andare fuori controllo e causare problemi di salute cronici.

Il tuo corpo rilascia cellule e sostanze speciali nel flusso sanguigno quando rileva una minaccia. Queste minacce possono provenire da invasori stranieri come virus e batteri; possono anche essere danni al corpo, come una scheggia, una ferita o un’ustione.

I cinque sintomi più comuni di infiammazione sono:

  • arrossamento
  • Dolore
  • rigonfiamento
  • calore al tatto
  • perdita di funzionalità

Qual è la causa principale dell’infiammazione nel corpo?

La causa più comune di infiammazione è la presenza di batteri o virus nel corpo. Tuttavia, i disturbi autoimmuni, come il lupus, potrebbero far sì che il corpo attacchi i propri tessuti sani, provocando infiammazione. Anche le allergie e l’esposizione a sostanze chimiche dannose possono causare infiammazioni.

Perché l’infiammazione è dannosa?

L’infiammazione a breve termine è buona. È il tipo cronico che è brutto.

Idealmente, il corpo innesca una risposta infiammatoria in risposta a un problema, neutralizza la minaccia e ritorna alla normalità.

Spesso, tuttavia, le persone hanno un’infiammazione persistente, non in risposta a una minaccia specifica, ma come una “nuova normalità”.

Molte persone oggi hanno un’infiammazione cronica nel loro corpo, sia nella manifestazione conclamata come una delle tante malattie autoimmuni diagnosticabili, sia come una forma di grado più basso. Una cattiva alimentazione, stress, tossine o altri fattori scatenanti possono far sì che il sistema immunitario rilasci cellule infiammatorie.

L’infiammazione in corso può causare uno dei seguenti sintomi e problemi:

  • Capacità cognitive ridotte
  • Fatica
  • Indurimento delle arterie
  • Coagulazione del sangue
  • Eruzioni cutanee
  • Mal di schiena lombare
  • Diarrea
  • Resistenza all’insulina
  • Rigidità articolare e dolore articolare
  • Dolore addominale
  • Dolore al petto
  • Febbre

Le seguenti malattie autoimmuni sono direttamente correlate all’infiammazione cronica:

  1. Artrite reumatoide
  2. Sclerosi multipla
  3. Sindrome di Guillain Barre
  4. Lupus
  5. Malattia infiammatoria intestinale (IBD)
  6. Psoriasi
  7. Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica
  8. Malattia di Graves
  9. Miastenia grave
  10. Tiroidite di Hashimoto
  11. Vasculite
  12. Diabete mellito di tipo 1

L’infiammazione cronica è davvero grave. Fortunatamente, le modifiche allo stile di vita, compresi i cambiamenti nella dieta, possono spesso aiutare a ridurlo.

Il Cordyceps è antinfiammatorio?

Si dice che il Cordyceps combatta l’infiammazione nel corpo. Questi funghi sono stati utilizzati in erboristeria insieme ad altri funghi medicinali per le loro proprietà antinfiammatorie per secoli. Sebbene gli scienziati stiano appena iniziando a dare un’occhiata più da vicino ai potenziali effetti antinfiammatori di questo fungo medicinale, la ricerca sembra essere promettente.

UN studio del 2020 hanno esaminato gli effetti della cordicepina, un composto presente nei miceli coltivati ​​di cordyceps, sull’infiammazione. I risultati mostrano che gli estratti etanolici che contengono cordicepina inibiscono i processi che causano l’infiammazione nelle malattie croniche, come l’artrite reumatoide, l’epatite e l’asma.

cordyceps e infiammazione

Cordyceps Militaris e infiammazione

UN Studio sulle cellule umane del 2014 hanno esaminato il potenziale antinfiammatorio dei polisaccaridi estratti dal Cordyceps militaris. Questi nuovi polisaccaridi estratti dal fungo tramite estrazione con acqua sono stati applicati alla linea cellulare monocitica umana.

Lo studio suggerisce che il Cordyceps militaris può esibire un’azione antinfiammatoria inibendo le citochine proinfiammatorie IL-1β, TNF-α e COX-2. Queste citochine sono mediatori chiave delle risposte infiammatorie nel corpo. Inibendone gli effetti, il cordyceps potrebbe prevenire i processi infiammatori cronici.

Il potenziale terapeutico antinfiammatorio della cordicepina

UN studio pubblicato sulla rivista Pharmacognosy hanno esaminato i meccanismi molecolari della cordicepina estratta dai miceli coltivati ​​di cordyceps sull’infiammazione. L’estratto alcolico di questo composto sembra inibire la produzione di ossido nitrico e di proteina chinasi, molecole che svolgono un ruolo chiave nell’infiammazione.

La cordicepina mostra incredibili attività farmacologiche quando si tratta di prevenzione delle infiammazioni. Il promettente potenziale farmacologico di questo composto merita sicuramente ulteriori ricerche sull’effetto dei funghi Cordyceps sull’infiammazione.

Cordyceps e infiammazione correlata all’asma

Le attività antinfiammatorie dei funghi cordyceps sembrano prevenire l’infiammazione delle vie aeree correlata all’asma, secondo un recente studio sugli animali. Il Cordyceps militaris sembra agire come un agente immunomodulatore e modulare l’infiammazione polmonare negli animali da esperimento.

Questo studio su un modello murino mostra risultati promettenti, ma sono necessarie ulteriori ricerche sull’uomo per comprendere le attività biologiche antinfiammatorie del cordyceps. Tuttavia, non è una cattiva idea utilizzare questo prodotto naturale in aggiunta ai metodi di trattamento tradizionali se si soffre di asma.

Cordyceps e infiammazione post-trapianto di rene

Le risposte infiammatorie croniche lo sono prevalente dopo procedure di trapianto di rene. UN Meta-analisi del 2017 hanno esaminato gli effetti del Cordyceps sinensis sui pazienti sottoposti a trapianto di rene.

Se combinato con la terapia immunosoppressiva (la terapia più comune per la prevenzione dell’infiammazione), il cordyceps ha fornito effetti inibitori sull’infiammazione e ha migliorato la funzionalità renale dopo il trapianto.

Di cosa possiamo dire in modo definitivo Cordyceps e infiammazione

Ecco cosa sappiamo fino ad oggi sul cordyceps e sull’infiammazione:

  1. Sia gli studi su cellule umane che su animali suggeriscono che questo fungo medicinale ha un incredibile potenziale antinfiammatorio.
  2. Il Cordyceps militaris sembra esibire un’azione antinfiammatoria inibendo varie citochine proinfiammatorie che esacerbano i processi infiammatori nel corpo.
  3. La cordicepina, un composto bioattivo presente nei funghi cordyceps, sembra essere particolarmente promettente quando si tratta di prevenzione delle infiammazioni.
  4. I pazienti asmatici possono trarre beneficio dai funghi Cordyceps, poiché sembrano fornire effetti immunomodulatori e prevenire l’infiammazione delle vie aeree, almeno negli animali.
  5. Il Cordyceps potrebbe essere utile per i pazienti sottoposti a trapianto di rene, poiché riduce il rischio di infiammazione postoperatoria.
  6. Sono necessari ulteriori studi sull’uomo per esplorare i meccanismi alla base dei funghi cordyceps e i loro effetti sull’infiammazione.
  7. Dato che non ci sono svantaggi nell’assumere i funghi cordyceps, potrebbe avere senso includerli come medicina complementare e alternativa per la prevenzione e il trattamento dell’infiammazione.

Sei interessato a Prendendo Cordyceps per l’infiammazione?

Se vuoi assumere i funghi cordyceps per la prevenzione e il trattamento delle infiammazioni, perché non averli in una deliziosa ciotola di muesli?

Granola superfood Forij

Sì, avete letto bene. Con il nostro muesli superfood sanonon devi preoccuparti di dimenticare i tuoi integratori giornalieri, perché riceverai la tua dose giornaliera di cordyceps a colazione!

Avrai anche gli effetti benefici di chaga E funghi criniera di leone (che hanno proprietà antinfiammatorie dei loro). Tutto questo in una ciotola di prelibatezze vegane e senza glutine che sarai estasiato nel mangiare ogni mattina.

Cordyceps e infiammazione FAQ

Posso prendere Cordyceps ogni giorno?

SÌ, assumere cordyceps ogni giorno è completamente sicuro e non può che avvantaggiarti. Puoi scegliere tra una varietà di prodotti cordyceps, come il tè cordyceps, la polvere di funghi o il nostro Granola FunghiAdattogeniSuperfood. In alternativa, combina la nostra granola fortificata con una tazza di tè di mezzogiorno per ottenere i maggiori benefici.

Quanto tempo impiega il Cordyceps per agire?

Puoi notare gli effetti a breve termine del cordyceps in appena una settimana. Probabilmente ti sentirai più energico e concentrato non appena inizierai a prendere questo fungo. Tuttavia, per ottenere effetti a lungo termine, dovrai assumere un integratore di cordyceps ogni giorno per almeno alcuni mesi.

Il cordyceps fa bene ai polmoni?

Il Cordyceps è uno dei funghi medicinali cinesi antichi più comuni usati per trattare l’asma, poiché sembra aprire le vie respiratorie. Questo fungo medicinale lo è ancora utilizzato come medicinale erboristico per la fibrosi polmonare e prevenzione e trattamento del cancro al polmone.

In un Studio del 2015, È stato dimostrato che il Cordyceps militaris mostra un effetto antitumorale sul cancro polmonare non a piccole cellule. L’estratto metanolico di cordyceps sembra aver ridotto la crescita del carcinoma polmonare aumentando i livelli di diverse proteine ​​che sopprimono il tumore.

Il cordyceps è un parassita?

Sì, i funghi Cordyceps sinensis sono endoparassitoidi, il che significa che vivono come parassiti sugli insetti (tipicamente sulle larve di falena), che alla fine uccidono. Tuttavia, solo gli insetti possono ospitare questi funghi, quindi è completamente sicuro per le persone consumarli (anche crudi).

Il Cordyceps militaris, il tipo più comune di cordyceps, cresce tipicamente in una cultura (il più delle volte contenente grano, avena e riso).

Cordyceps interagisce con qualche farmaco?

Sebbene il fungo cordyceps sia generalmente sicuro per la maggior parte delle persone, questo fungo aumenta potenzialmente il rischio di sanguinamento se si assumono farmaci anticoagulanti.

Pertanto, dovresti evitare il cordyceps se stai assumendo anticoagulanti o se hai problemi di coagulazione del sangue. Inoltre, non assumere integratori di cordyceps se è previsto un intervento chirurgico nel prossimo futuro.

Il cordyceps ti terrà sveglio?

Si Questo fungo medicinale ha proprietà di potenziamento energetico e può aiutare con la vigilanza. Tuttavia, non dovrebbe interferire con il sonno.

Composti bioattivi in ​​questo fungo adattogeno agiscono come un energizzante naturale e sembrano migliorare la produzione di ATP, secondo uno studio cinese.

L’ATP, spesso definita “molecola energetica”, alimenta i processi cellulari rilasciando energia attraverso un processo chiamato fosforilazione. Pertanto, il cordyceps può darti una sferzata di energia, che, a sua volta, ti farà sentire più sveglio e vigile.

Il cordyceps aumenta il testosterone?

Il Cordyceps sembra promuovere la produzione di testosterone, almeno negli animali. UN Studio sugli animali del 2015 hanno esaminato gli effetti della cordicepina sulla produzione di testosterone nei topi.

IL Cellule di Leydig sono responsabili della produzione di testosterone. La cordicepina, uno dei principali componenti attivi del cordyceps, stimola le cellule tumorali di Leydig del topo MA-10, che portano ad un aumento della steroidogenesi e della produzione di testosterone.

Il fatto che il fungo cordyceps abbia questo effetto sulle cellule Leydig del topo è promettente per ulteriori ricerche sul cordyceps e sulla produzione di testosterone.

Posso prendere Cordyceps a lungo termine?

Sì, puoi prendere il cordyceps per tutto il tempo che vuoi. Prendendo il cordyceps a lungo termine, puoi sfruttare gli effetti benefici che questo fungo apporta ai reni e al cuore e persino prevenire alcuni tipi di cancro.

Dichiarazione di non responsabilità per Forij

Lascia un commento