La criniera del leone funziona? Uno sguardo alla ricerca

La criniera del leone sembra avere dei benefici davvero impressionanti, ma funziona davvero? Secondo la ricerca, la risposta è un sorprendente sì! Continua a leggere per saperne di più sui vantaggi supportati dalla ricerca funghi criniera di leone.

Quali sono i benefici dei funghi criniera di leone?

Quali sono gli effetti negativi della criniera del leone?

Chi non dovrebbe prendere la criniera del leone?

La criniera del leone funziona?

Quando dovresti prendere i funghi criniera di leone?

Come puoi prendere la criniera del leone?

Quanta criniera di leone c’è nella granola Forij?

Cos’è la criniera del leone?

Originario del Nord America, Europa e Asia, il fungo della criniera del leone (Hericium erinaceus, Yamabushitake) è un fungo fungo adattogeno utilizzato da secoli nella medicina tradizionale cinese. Questo fungo è uno dei i funghi più sani che puoi consumare grazie ai benefici che apporta alla salute fisica e mentale.

Vantaggi della criniera del leone

La ricerca sui benefici del fungo della criniera del leone indica che questo fungo ha il potenziale per promuovere la crescita delle cellule nervose attraverso la produzione di fattori di crescita nervosa (NGF) e riparare le cellule cerebrali. Riduce l’infiammazione e lo stress ossidativo, abbassa gli zuccheri nel sangue e migliora la funzione cerebrale e la salute cognitiva.

Alcune delle potenzialità benefici per la salute della criniera di leone includere:

  • riduce i sintomi lievi di ansia e depressione
  • fornisce attività antiossidanti
  • migliora il funzionamento cognitivo stimolando le proteine ​​del fattore di crescita nervoso
  • ha un effetto protettivo contro le cellule nervose e migliora la salute del cervello
  • riduce il rischio di malattie cardiache e coaguli di sangue
  • promuove la crescita delle cellule nervose e la rigenerazione dei nervi, che è benefico per le lesioni del sistema nervoso
  • riduce il rischio di disturbi del sonno
  • previene la perdita di memoria e protegge dal deterioramento cognitivo lieve e dal morbo di Alzheimer
  • abbassa i livelli di zucchero nel sangue, il che è molto utile per chi soffre di diabete
  • incoraggia l’apoptosi (morte cellulare) delle cellule tumorali e ha il potenziale per combattere il cancro
  • migliora la salute dell’apparato digerente e protegge dalle malattie dell’intestino irritabile e dalle ulcere gastriche
  • aumenta l’immunità e migliora la funzione immunitaria
  • ha proprietà neuroprotettive e riduce i danni ai nervi nelle malattie neurodegenerative, come la sclerosi multipla e il morbo di Parkinson

Benefici spirituali della criniera del leone

IL benefici spirituali forniti dalla criniera del leone sono elogiati dagli esperti di medicina alternativa. I monaci Shaolin nell’antica Cina usavano il fungo della criniera del leone nella pratica quotidiana per migliorare la loro concentrazione. Credevano che aumentasse il loro “Qi”, una forza vitale mistica ed energetica. I composti bioattivi della criniera del leone sembrano effettivamente migliorare la concentrazione e la memoria.

Effetti collaterali della criniera del leone

Sebbene nessuno studio sull’uomo abbia esaminato il effetti collaterali dei funghi criniera di leone tuttavia, secoli di utilizzo e prove aneddotiche suggeriscono che la criniera del leone è completamente sicura da consumare.

Tuttavia, potresti riscontrare un effetto negativo sotto forma di problemi digestivi se consumi troppa criniera di leone in una volta. Pertanto, è meglio iniziare lentamente e parlare con un operatore sanitario se noti qualche disagio digestivo.

Controindicazioni della criniera del leone

L’Hericium erinaceus è incredibilmente sano e sicuro da consumare per la maggior parte delle persone. Tuttavia, in rari casi, gli estratti di criniera di leone possono causare una reazione allergica o un attacco d’asma e possono interagire con alcuni farmaci. Ecco perché la criniera del leone può essere controindicata per le persone con allergie a funghi, muffe o lieviti, persone con asma grave e persone che assumono farmaci che interagiscono con Hericium erinaceus.

La criniera del leone funziona? Studi sulla criniera del leone che ci hanno colpito

Le persone usano la criniera di leone come integratore alimentare per trattare qualsiasi cosa, dalla depressione alla demenza, o per mantenere la salute e il benessere generale. Ma la criniera del leone funziona davvero? Diamo un’occhiata ad alcune proprietà benefiche basate sull’evidenza del fungo criniera di leone.

Proprietà neurotrofiche della criniera del leone

I fattori neurotrofici promuovono la crescita e la differenziazione dei neuroni. I composti presenti nei corpi fruttiferi della criniera del leone sembrano aiutare nella produzione di fattori neurotrofici, secondo uno studio chiamato Proprietà neurotrofiche del fungo medicinale della criniera del leone, Hericium erinaceus (basidiomiceti superiori) dalla Malesia.

Secondo questo studio, l’attività dell’estratto acquoso di Hericium erinaceus sembra promuovere la sintesi di fattori neurotrofici chiamati proteine ​​del fattore di crescita nervoso (NGF). Questo meccanismo è probabilmente dietro Capacità dell’Hericium erinaceus di aiutare la neurogenesi cerebrale.

Crescita della criniera e dei nervi del leone

Gli estratti di Hericium erinaceus sembrano promuovere la crescita dei nervi. UN studio in vitro hanno esaminato la capacità dei funghi medicinali criniera di leone (Hericium erinaceus) e latte di tigre (Lignosus rhinocerotis) di stimolare la crescita dei neuriti nelle cellule dissociate del cervello, del midollo spinale e della retina.

Questo studio ha concluso che un estratto di Hericium erinaceus ha migliorato la crescita dei neuriti del 20,47%, 22,47% e 21,70% rispettivamente nel cervello, nel midollo spinale e nelle cellule della retina. L’attività di crescita dei neuriti è stata confermata mediante il metodo di immunofluorescenza in tutti i campioni di tessuto.

Criniera di leone e lieve deterioramento cognitivo

La criniera del leone è molto benefica per i malati di Alzheimer grazie alla sua capacità di prevenire e persino invertire il deterioramento cognitivo. Uno studio recente ha esaminato gli effetti dell’Hericium erinaceus sul deterioramento cognitivo lieve.

Lo studio—chiamato Miglioramento degli effetti del fungo Yamabushitake (Hericium erinaceus) sul deterioramento cognitivo lieve: uno studio clinico in doppio cieco controllato con placebo— era composto da giapponesi adulti di età compresa tra 50 e 80 anni.

I partecipanti che assumevano l’estratto di funghi hanno mostrato punteggi più elevati nel loro funzionamento cognitivo. Questi aumenti significativi suggeriscono che gli integratori di criniera di leone hanno il potenziale per migliorare il deterioramento cognitivo lieve e aiutare la salute e il funzionamento neuronale.

Criniera del leone, apprendimento e memoria

Studi su criniera e memoria del leone mostrano che questi funghi medicinali possono migliorare l’apprendimento e la capacità di memoria negli animali e nell’uomo.

UN Studio sugli animali giapponesi hanno esaminato l’attività del micelio Hericium erinaceus sull’apprendimento e sui deficit di memoria indotti dal peptide amiloide β2535 nei topi.

I topi sono stati nutriti con una dieta contenente criniera di leone per 23 giorni. I risultati mostrano che il consumo della criniera del leone previene il deterioramento del riconoscimento visivo e della memoria spaziale a breve termine.

Criniera del leone, depressione e ansia

La criniera del leone sembra alleviare l’ansia e alleviare i sintomi lievi della depressione. UN recente studio giapponese ha esaminato l’effetto benefico dell’Hericium erinaceus sui sintomi della depressione e dell’ansia nelle donne in menopausa.

Dopo aver assunto un integratore di criniera di leone per 4 settimane, queste donne hanno riferito di sentirsi meno depresse e ansiose rispetto all’inizio dello studio, mentre le donne che stavano assumendo un placebo non hanno riportato un miglioramento dei sintomi.

Criniera del leone e diabete

L’Hericium erinaceus può aiutare a trattare entrambi i tipi di diabete oltre a prevenire il diabete di tipo 2. Questi funghi medicinali mostrano un grande potenziale quando si tratta di abbassare i livelli di zucchero nel sangue, oltre a diminuire il dolore neuropatico legato al diabete.

UN studio in vitro ha esaminato gli effetti dell’Hericium erinaceus sui livelli di zucchero nel sangue. I corpi fruttiferi trovati nella criniera del leone avevano un’attività inibitoria dell’α-glucosidasi, indicando che potevano abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

Quando prendere la criniera del leone

Anche se puoi prendere questo fungo in qualsiasi momento della giornata, ti consigliamo prendendo la criniera del leone al mattino o nel primo pomeriggio. Prendere la criniera di leone più tardi nel corso della giornata potrebbe farti sentire irrequieto, poiché questo fungo adattogeno può agire come uno stimolante naturale. Pertanto, è meglio prendere il fungo prima di iniziare la giornata lavorativa, in modo da poter raccogliere i benefici di chiarezza mentale e concentrazione forniti dall’Hericium erinaceus.

Ti interessa prendere i funghi criniera di leone?

Se vuoi ottenere i benefici dell’Hericium erinaceus, abbiamo una soluzione per te:la nostra salutare granola ai funghi con un estratto iperconcentrato di criniera di leone.

Granola superfood Forij

Il muesli è vegano, senza glutine e realizzato completamente con ingredienti deliziosi e puliti. Chi sapeva che la tua dose mattutina di criniera di leone potesse essere così gustosa?

Domande frequenti sulla criniera del leone

Quanta criniera di leone c’è nella granola Forij?

La granola FunghiAdattogeniutilizza un estratto di fungo criniera di leone di alta qualità ottenuto da funghi interi funghi medicinali. Il nostro metodo a doppia estrazione estrae sia i beta-glucani solubili in acqua che i triterpeni solubili in alcol. Il nostro processo di decozione abbatte le pareti cellulari di chitina indigeribili del fungo per estrarre molto più di questi composti rispetto ai processi ordinari.

Una porzione della nostra granola fornisce 250 mg di estratto iperconcentrato di criniera di leone, che è otto volte più concentrato dei normali integratori di funghi criniera di leone. Pertanto, otterrai la stessa potenza che otterresti se prendessi 2000 mg di polvere di fungo criniera di leone, il tutto in una ciotola di muesli.

Come ti fa sentire la criniera del leone?

Prendere la criniera del leone può farti sentire energico e concentrato, e può anche calmarti se sei incline a sentirti ansioso. A causa delle sue proprietà energizzanti, dovresti evitare di assumere la criniera di leone a fine giornata, anche se la prendi per l’insonnia e per una migliore qualità del sonno, poiché potrebbe farti sentire irrequieto e incapace di addormentarti.

Dovrei prendere la criniera di leone ogni giorno?

Sì, dovresti prendere la criniera del leone ogni giorno. Non solo è completamente sicuro, ma anche molto vantaggioso assumere i funghi criniera di leone ogni giorno. I benefici a lungo termine della criniera di leone diventano più pronunciati quanto più a lungo usi questo fungo.

Fortunatamente ce ne sono molti modi per prendere la criniera del leone. Scegli tra integratori di criniera di leone, alimenti arricchiti con estratti di criniera di leone o semplicemente cucina e mangia il fungo.

La criniera del leone fa ingrassare?

No, i funghi criniera di leone non provocano aumento di peso. Anzi, L’Hericium erinaceus può aiutare nella perdita di peso. Questi funghi adattogeni hanno poche calorie e sono ricchi di proteine ​​e acqua, quindi ti manterranno sazio.

UN recente studio sugli animali hanno esaminato gli effetti dell’estratto di fungo della criniera di leone sul peso e hanno stabilito che la criniera di leone può anche aiutare nella perdita di peso.

I topi a cui è stato somministrato l’estratto del fungo criniera di leone avevano un peso corporeo significativamente inferiore e meno problemi digestivi dopo aver assunto Hericium erinaceus per sette giorni.

La criniera del leone può causare danni ai nervi?

No, la criniera del leone non può causare danni ai nervi. Sembra che questo fungo prevenga effettivamente i danni ai nervi e aiuti nel recupero dei nervi. La criniera del leone allevia anche il dolore neuropaticoche è un sintomo comune di danno ai nervi.

Qual è il dosaggio ideale della criniera di leone per la depressione?

Non c’è niente di esatto dosaggio della criniera di leone che allevierà i sintomi della depressione in tutti. Tuttavia, dovresti cercare di assumere più di 1000 mg al giorno se stai assumendo criniera di leone per la depressione. Se sei nuovo all’assunzione di funghi adattogeni, potresti iniziare con un dosaggio più basso, poiché la criniera del leone può dare fastidio allo stomaco se non sei abituato a prenderla.

Posso assumere i funghi criniera di leone con altri funghi medicinali?

Sì, puoi prendere la criniera del leone con qualsiasi altro tipo di fungo medicinale, incluso il fungo reishi, lo shiitake, la coda di tacchino e molti altri. Quando si parla di funghi adattogeni, il tutto è sempre maggiore della somma delle sue parti. Pertanto, i benefici della criniera di leone possono essere migliorati solo assumendoli con altri funghi e viceversa.

Dichiarazione di non responsabilità per Forij

Lascia un commento